Rassegna Stampa

La fibra ultraveloce per lavorare al massimo

6 AGO '18
Rassegna Stampa

Fonte: © il TRENTINO del 5 agosto 2018

di Stefano Marini

Carisolo, partiti i lavori del primo cantiere trentino creato per aziende e privati. La soddisfazione del sindaco Povinelli: «Una connessione a prova di futuro».

Sono partiti giovedì a Carisolo i lavori del primo cantiere trentino della fibra ottica gestito da Open Fiber, l'azienda che si è aggiudicata la costruzione e la gestione della rete a banda ultra larga nelle cosiddette "aree bianche" o "a fallimento di mercato" su gran parte del territorio nazionale. A opera ultimata il Comune di Carisolo potrà avvalersi di connessioni fino ad 1 gigabit al secondo, velocità possibile grazie alla modalità di connessione alla banda ultralarga in modalità "Fiber ti the Home (Ftth).

Giovedì, all'inaugurazione del cantiere erano presenti il sindaco di Carisolo, Arturo Povinelli, Alberto Sperandio, "regional manager" di Open Fiber e il "field manager" Gabriele De Rossi. «Il mio sogno è convincere molte persone a venire a vivere qui e metterle in condizione di lavorare al massimo delle possibilità grazie alle opportunità della fibra ultraveloce - ha dichiarato il primo cittadino rendenero - la nostra amministrazione crede molto nel progetto abbiamo un paesaggio stupendo, una qualità della vita che non ha eguali e tra qualche mese, grazie all'intervento di Open Fiber, avremo anche una connessione efficiente e a prova di futuro».

Anche il "regional manager" Alberto Sperandio ha sottolineato i vantaggi che la fibra garantirà al territorio: «Siamo molto fieri di inaugurare il primo cantiere della Provincia proprio qui a Carisolo - ha affermato Sperandio - è un progetto fondamentale per lo sviluppo del territorio. Anche Carisolo ha bisogno di un'infrastruttura come la nostra, che abiliterà una velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo, stimolando in maniera evidente le attività produttive locali e il turismo. Gli interventi saranno poco invasivi per la popolazione grazie all'utilizzo dell'infrastruttura esistente. A tal proposito voglio ringraziare Trentino Network per l'attenzione che ha riservato al nostro progetto e la Provincia Autonoma di Trento per il prezioso supporto al piano di cablaggio in Ftth».

Sulla durata del cantiere si è invece espresso il "field manager" Gabriele De Rossi, specificando che: «I lavori dureranno circa quattro mesi ma grazie alle sinergie nate con gli operatori del territorio i disagi saranno minimi. Ringrazio l'Amministrazione comunale e gli uffici tecnici per la proficua collaborazione di questi mesi. Quest'opera è una grande opportunità per rendere più competitive le imprese del territorio e velocizzare il processo di digitalizzazione del Paese».
La rete in fibra ultraveloce posata a Carisolo raggiungerà una lunghezza di 7,5 km e collegherà quasi 1800 abitazioni e imprese, un risultato reso possibile da un investimento di circa 180 mila euro. Per quanto riguarda l'intera Provincia di Trento il valore complessivo del bando si aggira sui 72 milioni di euro e coinvolge 175 comuni, 223mila unità immobiliari ed un totale di 308 mila abitanti. Pur restando di proprietà pubblica, la rete sarà data in gestione per 20 anni a Open Fiber, che si occuperà anche della sua manutenzione.